Michele Sorbello

Musicista Polistrumentista (Chitarra elettrica e acustica, Basso, Sassofono Tenore, Tastiere, Organo), inizia lo studio della chitarra all’età di 13 anni inizialmente come autodidatta e poi con il maestro G. Scuderi, imparando le basi della  tecnica classica, le prime scale pentatoniche ed il blues.


Suona per diversi anni nel gruppo bandistico “Associazione Culturale S.Cecilia città di Piedimonte Etneo” come 1° sassofono tenore.
Frequenta la scuola di musica sacra “can. Agatino Leonardi” presso la diocesi di Acireale, studiando: direzione corale, organologia, canto gregoriano, dizione, vocalità, liturgia, teoria, solfeggio e pianoforte.
È coordinatore, direttore ed accompagnatore della corale “Maria SS. Immacolata” di Piedimonte Etneo.
Ha partecipato all’Accademia di Sanremo negli anni 2000 e 2001.
Presente nella compilation “Venti del Sud” con il brano “Piccola Stella Mia” - Edizioni “Vietato Fumare”.
Suona con l'Orchestra Giovanile dell'ERSU di Catania e con la relativa Big Band.
Si classifica al terzo posto nel premio nazionale “Artemare” anno 2007 con il brano “Pescatori di una volta”.
Partecipa ad un seminario sull’arrangiamento delle chitarre elettriche ed acustiche tenuto da Massimo Varini il 6 e 7 ottobre 2007 a Fiumedinisi (ME).
Partecipa alle Master Class tenute da Andy Timmons e Steve Vai.
Collabora alla realizzazione di musiche dal vivo per il primo appuntamento del progetto teatrale “Mano con Mano, l’Artista e il Suo Pubblico”; lo spettacolo, “Antropolaroid” di e con Tindaro Granata, è andato in scena dal 28 al 31 gennaio 2014, presso il Teatro Annibale di Francia e all’interno della casa circondariale di Gazzi.
Partecipa a Jazz in Badia 2014 Campus Sperimentale di Musica e Scienze.
Partecipa alla Masterclass tenuta da Attilio Zanchi - contrabbasso e musica d’ insieme jazz: TECNICHE IMPROVVISATIVE APPLICATE AGLI STANDARD JAZZ.
Nel Marzo del 2017 si laurea in Chitarra Jazz presso il conservatorio A. Corelli di Messina, dove ha studiato con il m° Giancarlo Mazzù.
Attualmente laureando al Biennio Tecnologico presso il conservatorio A. Corelli di Messina.
Svolge una ricca attività concertistica con diverse formazioni, dal duo a formazioni più complesse come i Vulkanica, con i quali è stato ad EXPO 2015, trasmissioni televisive Insieme e  “O mare Mio” dello chef Cannavacciuolo andata in onda su canale 9.
Ha registrato tutte le chitarre del primo disco dei Vulkanica (A marabbecca), scritto due brani, oltre ad occuparsi della pre – produzione e programmazione delle batterie, tracce guida e assistente di studio.